In ricordo di Francesco Nardinocchi

Da alcuni giorni Francesco Nardinocchi, lo straordinario dirigente della sinistra rosetana ed abruzzese, non  è più con noi.  Ci ha lasciato a poche settimane dal suo ottantanovesimo compleanno. Si è trattato di un epilogo durissimo e terribile: era ricoverato in ospedale quando è deceduto suo figlio Marco e Francesco non ha potuto nemmeno partecipare al suo funerale. Ma si era informato e non fatto mancare il suo ringraziamento a tutti coloro che erano stati presenti.

Pin It

Continua a leggere

L’Abruzzo: l’internamento fascista e la memoria

Nel corso della II guerra mondiale, in Abruzzo saranno ben 16 i campi attivati ed oltre 60 le località d’internamento. Alcune migliaia di persone: ebrei italiani e stranieri, sudditi nemici, rom, apolidi e antifascisti vennero relegati nella regione.

Per alcuni ebrei stranieri, il periodo dell’internamento in Abruzzo rappresentò quasi un “rifugio precario” dalle persecuzioni naziste. Come sappiamo, dopo l’8 settembre, per molti di essi fu invece una delle prime tappe verso i Lager.

Il regime fascista utilizzò l’internamento civile per colpire le persone “indesiderabili” e coloro che erano ritenute “pericolose e sospette sotto il punto di vista militare e politico”.
Il primo giugno del 1940 il Ministero dell’interno, che ne gestiva l’applicazione, impartì ai prefetti l’ordine che “Appena dichiarato lo stato di guerra dovranno essere arrestate e tradotte in carcere le persone pericolosissime sia italiane che straniere di qualsiasi razza, capaci di turbare l’ordine pubblico aut commettere sabotaggi o attentati nonché le persone italiane aut straniere segnalate dai centri di controspionaggio per l’immediato internamento”.
Alcuni giorni dopo l’entrata in guerra (10 giugno 1940), iniziarono i primi arresti e la traduzione nei campi e nelle località di internamento.

Pin It

Continua a leggere

19991-2021 30 settembre
Pin It

“Una storia in rosso”, l’Abruzzo celebra in un video i cent’anni del Pci

Un storia politica che “viene da lontano”, ed ha contribuito da protagonista alla storia del Paese, alla guerra di Liberazione e alla sconfitta del fascismo, alla nascita della Repubblica, alla redazione della Costituzione, alle lotte dei lavoratori e all’allargamento dei diritti civili e sociali.Si ricorda anche in Abruzzo, il centenario della nascita del Partito comunista italiano: un anniversario cui la Fondazione Abruzzo Riforme, che nella sede di via Lungaterno Sud, a Pescara, raccoglie testi e documenti per la costruzione di un archivio dedicato alla storia del Pci, del Pds e dei Ds nella nostra regione, ha contribuito realizzando una docufiction di 18 minuti circa, per raccontare l’attività di ricerca che sta portando avanti dal 2016, in accordo e collaborazione con l’Università degli Studi di Teramo.

Una attività dichiarata “di interesse storico particolarmente importante” dalla stessa Soprintendenza archivistica e bibliografia dell’Abruzzo e del Molise. 

Pin It

Continua a leggere

mimmo bafileIn ricordo di Mimmo Bafile... di Antonio Ciancio
Mimmo ed io abbiamo lavorato assieme per una vita; e anche dopo che lui si è trasferito all’Aquila, abbiamo continuato a vederci e sentirci. Anche pochi giorni prima che morisse, ci siamo sentiti: lui era ancora in ospedale, ma la chiacchierata fu normale  e nulla lasciava presagire – nelle cose che ci dicemmo - che potesse in qualche modo accadere quel che poi è accaduto: la sua morte. 

In questi anni, Mimmo ed io ci siamo sentiti spesso per telefono; e, quando scrivevo ancora sul mio blog “Punto e a capo”, spesso gli inviavo il testo degli articoli per farglieli leggere in anteprima e sentire così il suo parere: di lui e dei suoi giudizi mi fidavo, perché la dimestichezza tra noi era diventata tale nel tempo che era difficile che il confronto tra noi e anche, a volte, lo scontro, potessero non risultare utili. Da questo punto di vista, qualunque sia il tempo che mi resta, Mimmo mi mancherà…

Pin It

Continua a leggere

 E’ morto ad Avezzano Antonio Rosini, per 70 anni un protagonista della politica marsicana.

Voce della storia e della politica marsicana Rosini è nato ad Avezzano nel 1930 in una tipica famiglia contadina Avezzanese, provvisto della cultura scolastica elementare, appena adolescente, spinto dalla sorte, si trovò completamente proiettato nel mondo delle responsabilità. Ha affrontato la vita  con volontà ed ostinazione ed è stato un protagonistadella lotta sindacale e politica nel Fucino.

Pin It

Continua a leggere

Questa mattina è venuto a mancare improvvisamente Ernino D'Agostino, uno dei fondatori della Fondazione Abruzzo Riforme e componente del Consiglio di indirizzo.
Da sempre appartenente alla Sinistra abruzzese, ha fatto del suo impegno una scelta di vita, fino all'ultimo istante.
Ernino D'AgostinoUomo mite e gentile, militante fin da ragazzo, dirigente del Pci fino al Pd, figura istituzionale da presidente della Provincia di Teramo - e da ultimo un sindacalista impegnato a difendere i più deboli dai soprusi e dalle ingiustizie - Ernino D'Agostino è appartenuto con orgoglio alla Sinistra abruzzese da vivo, e per sempre lo sarà nella memoria individuale e collettiva.
Accanto ad autorevoli dirigenti che ci hanno lasciato in eredità una storia importante.
Pin It

La FONDAZIONE ABRUZZO RIFORME inaugura la sede ristrutturata e predisposta per attività culturali di ricerca e archiviazione di documenti e oggetti collegati alla storia della sinistra abruzzese e particolarmente del P C I PDS DS Siamo lieti di invitare a questo evento i tanti compagni e amici che vogliono e possono dare un contributo per la costruzione dell archivio storico

Pin It

Archivio Storico della Sinistra abruzzese, domani la presentazione a Pescara

Un archivio storico della Sinistra politica abruzzese, aperto alla consultazione degli studiosi, delle persone di cultura e dei cittadini, soprattutto i piu' giovani, che coltiva l'ambizione di contribuire alla ricerca su momenti essenziali della storia politica regionale.
Sara' presentato domani, alle ore 17, a Pescara, nella sala Berlinguer di via Lungaterno Sud 72, appena ristrutturata, destinata ad accogliere l'archivio e per anni - dal lontano 1972 - e' la storica sede degli incontri degli organismi dirigenti prima del Pci, poi di Pds e Ds.
Pin It

A tenere a battesimo il progetto Ugo Sposetti

© Fondazione Abruzzo Riforme - 2021

via Lungaterno Sud 76, 65100 Pescara PE
Mail  - Posta certificata