Riconoscimento Stato Giurudico

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE
Visto l’art. 117 della Costituzione;
Visti gli articoli 14 e seguenti del Codice Civile;

Visto il D.P.R. 10 febbraio 2000, n.361, “Regolamento recante norme per la semplificazione dei procedimenti di riconoscimento di persone giuridiche private e di approvazione delle modifiche dell’atto costitutivo e dello statuto”;
Visto, in particolare, l’art. 7 del citato D.P.R. 361/2000 concernente il riconoscimento delle persone giuridiche private che operano nelle materie attribuite alla competenza delle Regioni dall’art.14 del D.P.R. 616/1977 e le cui finalità statutarie si esauriscono nell’ambito di una sola Regione;
Vista la L.R. 3/3/2005 n. 13 “Norme per l’esercizio delle funzioni amministrative concernenti le persone giuridiche private ai sensi dell’art. 14 DPR 24/7/1977 n. 616. Abrogazione della L.R. 6/1991”, così come modificata dalla L.R. 47/2006, che disciplina le funzioni amministrative in materia, ai sensi della quale si è svolto l’iter procedimentale finalizzato alla approvazione delle modifiche statutarie di denominazione della Fondazione “FEDERICO BRINI” in Fondazione “ABRUZZO RIFORME” con sede in Pescara;
Vista l’istanza del 29/06/2010, acquisita al protocollo regionale in data 19/7/2010, presentata dal Presidente e Legale rappresentante della Fondazione “ABRUZZO RIFORME” già “FEDERICO BRINI” con sede in Pescara, Via Lungaterno Sud n. 76, volta ad ottenere l’approvazione delle modifiche statutarie di denominazione e l’iscrizione delle stesse nel Registro delle persone giuridiche della Regione Abruzzo;
Visto l’atto di Modifica di Denominazione di Fondazione del 24/03/2010 rep. n. 101878, racc. n. 19406, a rogito della dott.ssa Erminia Amicarelli, notaio in Pescara, e lo Statuto allegato al predetto atto sotto la lettera “B”,
Accertata, sulla base dello Statuto della Fondazione e della documentazione allo stesso allegata, la competenza regionale a pronunciarsi sull’istanza poiché le finalità della Fondazione rientrano tra le materie elencate nel D.P.R. 616/77 e la sua attività si esaurisce nell’ambito del territorio regionale;
Dato atto che, ai sensi del combinato disposto degli articoli 4 e 6 della L.R. 13/2005, l’esame dei vari interessi pubblici coinvolti e l’acquisizione dei pareri necessari, ai fini di una compiuta valutazione dei vari aspetti interessati dal procedimento finalizzato all’approvazione delle modifiche statutarie di denominazione della Fondazione “FEDERICO BRINI”in Fondazione “ABRUZZO RIFORME” con sede in Pescara, si sono realizzati per il tramite di due Conferenze di Servizi, tenutesi rispettivamente in data 7/09/2010 e 10/12/2010;
Verificata la conformità dello Statuto alle vigenti disposizioni;
Accertato che sussistono le condizioni per l’approvazione delle modifiche dello Statuto della “FEDERICO BRINI”in Fondazione “ABRUZZO RIFORME” con sede in Pescara e per l’iscrizione delle stesse nel Registro delle persone giuridiche istituito presso la Regione Abruzzo;
Dato atto che il Direttore della Direzione Affari della Presidenza, Politiche Legislative e Comunitarie, Programmazione, Parchi, Territorio, Valutazioni Ambientali, Energia ha espresso parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica amministrativa nonché sulla legittimità del presente provvedimento
DECRETA
per le motivazioni espresse in premessa:
-    di approvare le modifiche statutarie di denominazione della Fondazione “FEDERICO BRINI” in Fondazione “ABRUZZO RIFORME” con sede in Pescara, Via Lungaterno Sud n. 76, deliberate con Atto di Modifica di Denominazione di Fondazione del 24/03/2010 rep. n. 101878, racc. n. 19406, a rogito della dott.ssa Erminia Amicarelli notaio in Pescara e lo Statuto allegato al predetto atto sotto la lettera “B”;
-    di iscrivere le predette modifiche nel Registro delle persone giuridiche istituito presso la Regione Abruzzo.
Il presente decreto sarà pubblicato, unitamente allo Statuto, sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo.
Il presente decreto è definitivo e contro di esso è ammesso ricorso in via giurisdizionale amministrativa nel rispetto dei termini e delle modalità di cui al D.Lgs. 2 luglio 2010, n. 104 ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato ai sensi del DPR 24 novembre 1971, n. 1199.
L’Aquila lì 22 dicembre 2010
IL PRESIDENTE
Giovanni Chiodi